Recensione di Alec Cordolcini, Guerin Sportivo, di Con lo Spirito Chollima

La Corea del Nord nel pallone

http://blog.guerinsportivo.it/ilmondosiamonoi/2011/12/21/la-corea-del-nord-nel-pallone/

 

Della Corea del Nord calcistica in Italia ci si ricorda per i “Ridolini” del 1966 (ma per gli Azzurri non ci fu proprio niente da ridere) e per le lacrime di Jong Tae-Se in mondovisione nel 2010, prima della partita contro il Brasile. Notizie di folclore, di costume, talvolta bufale inventate di sana pianta, come le persecuzioni ai giocatori dopo i due Mondiali. Con il libro “Con lo spirito Chollima” Marco Bagozzi, analista e collaboratore della rivista di studi geopolitici Eurasia, ha voluto ribaltare la prospettiva, ripercorrendo la storia della nazionale di calcio nordcoreana dalle origini ai giorni nostri. Impresa tutt’altro che facile, visto che stiamo parlando di uno dei paesi più isolati al mondo nel quale è spesso impresa ardua arrivare al cuore della notizia, sospesi tra il pluri-decennale lavaggio del cervello effettuato dal regime e la contro-propaganda politica della vicina Corea del Sud.

Accanto alla ricostruzione delle due spedizioni mondiali, il libro racconta anche episodi e personaggi meno noti come la partecipazione ai Mondiali under-20 del 1991 di un’unica squadra coreana formata da giocatori del Nord e del Sud, oppure l’avventura del tecnico Kim Yong-Ha sulla panchina cubana.

Si può discutere lo stile dell’opera, che presenta tutti i difetti dell’auto-produzione (refusi, mancanza di editing, uso eccessivo di note), non la passione e l’impegno profuso nella realizzazione di un libro dal potenziale commerciale pari a zero. Eppure assolutamente degno di lettura, almeno per coloro che, saturi di Ibrahimovic, Balotelli e Barcellona miglior squadra di sempre, intendono concedersi un’ora d’aria esplorando mondi lontani e in gran parte ancora inesplorati.

“Con lo spirito Chollima” (156 pagine, € 14,00) può essere acquistato scrivendo una mail a [email protected]