Uno strepitoso Ri Myong-Guk tiene la porta inviolata

Derby a senso unico in quanto ad occasioni con la SudCorea padrona del campo e uno strepitoso Ri Myong-Guk (miglior portiere del torneo) a bloccare qualsiasi tentativo di rete, con almeno due parata prodigiose.
Si chiude in questo modo l’ottima partecipazione all’EAFF Cup di Wuhan: l’obiettivo era testare la squadra in vista delle prossime fondamentali gare di qualificazione mondiale e, pur senza i tre fondamentali “stranieri”, si sono viste ottime cose.
Solo la sconfitta contro la Cina lascia l’amaro in bocca, visto che √® arrivata da due disattenzioni difensive, e nel caso di risultato positivo avrebbe potuto garantire il primo posto.
Nonostante il pareggio la SudCorea vince il torneo, approfittando del pareggio della Cina contro il Giappone.
RPDC terza a pari punti con la Cina seconda.

Ancora strepitose invece le ragazze della nazionale femminile che portano a casa un altro grande trionfo dopo la Coppa del 2013, i Giochi Est-Asiatici del 2013 e i Giochi Asiatici del 2014. Nonostante la lunga squalifica imposta dalla FIFA, le nordcoreane hanno inannellato uno strepitoso quadriennio (vincendo tutte le competizioni a cui hanno partecipato) che si concluderà nel febbraio prossimo con le qualificazioni alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.
Ancora strepitosa Ra Un-Sim, capocannoniere del torneo a tre reti.

11010498_1001053769938728_7895137838937107245_n