I MIEI LIBRI

TUTTI I LIBRI DI MARCO BAGOZZI

Marco è l’ultimo degli intelletuali organici tra quelli che scrivono di sport e di calcio in particolare” (Federico Buffa)

Intervista ad Allontana Pugnitopo

Per comunicazioni o ordini scrivere a [email protected] 

Con lo spirito Chollima
55 anni di calcio nella Repubblica Popolare Democratica di Corea


copertina libroAttualmente disponibile sul portale Lulu:

http://www.lulu.com/shop/marco-bagozzi/con-lo-spirito-chollima/paperback/product-21923013.html

Eppure assolutamente degno di lettura, almeno per coloro che, saturi di Ibrahimovic, Balotelli e Barcellona miglior squadra di sempre, intendono concedersi un’ora d’aria esplorando mondi lontani e in gran parte ancora inesplorati.(Alec Cordolcini, Guerin Sportivo)

Il testo, infine, è corredato da foto rarissime, comprese immagini di manifesti sportivi e riproduzioni di francobolli commemorativi. I dati statistici sono ben curati ed è illustrata ricca bibliografia che rende l’opera unica nel panorama saggistico italiano.(Giovanni Armillotta, Limes)

Un bel lavoro di ricerca, ricco di spunti a carattere socio-politico, con statistiche, biografie dei giocatori e ricostruzioni storiche.(Davide Rota)

Un gioiellino (Federico Buffa)


 

Sommario del libro: Prefazione di Paolo Piu; Introduzione; Le Origini; Un cammino lungo 55 anni; Albo d’oro; La formula del campionato coreano; Kim Yong-Ha, un coreano sulla panchina di Cuba; Lo sport e l’Unità coreana; Appendice Fotografico; Sitografia, filmografia e bibliografia consultata e consigliata

Prezzo di copertina 14,00€

recensioni:
Alec Cordolcini, Guerin Sportivo: http://calciocorea.altervista.org/recensione-di-alec-cordolcini-guerin-sportivo-di-con-lo-spirito-chollima/
Andrea Pira, China-Files: http://calciocorea.altervista.org/recensione-di-andrea-pira-china-files-di-con-lo-spirito-chollima/
Davide Rota, Postcardcult: http://calciocorea.altervista.org/recensione-su-postcardcult-di-davide-rota/
Giovanni Armillotta, Limes: http://calciocorea.altervista.org/l%E2%80%99eccezionale-calcio-della-corea-del-nord
Massimo Grilli, Corriere dello Sport: http://calciocorea.altervista.org/recensione-di-massimo-grilli-corriere-dello-sport-stadio/
Lacrime di Borghetti: http://www.lacrimediborghetti.com/2012/02/literaria-con-lo-spirito-chollima-di.html
Il Piccolo di Trieste: http://calciocorea.altervista.org/il-piccolo-presenta-il-libro-con-lo-spirito-chollima/
A.S.D. Stanga: http://www.asdstanga.it/libri.htm
Eurosport: http://it.eurosport.yahoo.com/blog/eurolandia/scoperta-calcio-nordcoreano-162511764.html#more-id
Eurasia Rivista: http://www.eurasia-rivista.org/intervista-a-marco-bagozzi-autore-de-con-lo-spirito-chollima/12444/
Stato e Potenza: http://www.statopotenza.eu/1291/spirito-chollima-e-calcio-coreano-intervista-a-marco-bagozzi

 

Patria, Popolo e Medaglie
Lo sport nella RPD Corea tra politica, storia e Juché

Coreadelnord1-500x339

183 pag. 18 €

Attraverso una pianificazione che mobilita tutti gli strati sociali del paese, la Repubblica Popolare Democratica di Corea mira a diventare una potenza sportiva. Nel libro è raccontata la storia dello sport in questo paese, attraverso il pensiero dei suoi Leader e Il richiamo alla secolare tradizione della penisola. Viene analizzato inoltre il ruolo dei coreani all’estero e la promozione dello sport come vettore geopolitico. In appendice sono raccolti quattro discorsi di Kim Il-Sung e Kim Jong-Il nella loro prima traduzione italiana.

Sommario del libro: Prefazione di Giovanni Armillotta; Leader, Juché e Sport; Ssirûm, taekkyeon e taekwon-do: tre forme di lotta coreane; Rikidōzan: “io sono un coreano”; Gli altri Zainichi; I Koryo Saram: Andreij Jong Il-Sun, maestro di calcio; La Corea Popolare nello sport socialista; Le partecipazioni olimpiche; La storia della pallacanestro; Ri Myong-Hun, il soldato gigante di Pyongyang; Gli altri sport di squadra; Lo sport e l’Unità coreana; Sport e rapporti internazionali: alcuni casi di studio (Il lungo viaggio di Dennis: Rodman a Pyongyang; Rapporti sportivi coreano-mongoli; Antonio Inoki il lottatore amico di Pyongyang; 1974, quella seconda Corea tra verità e propaganda); Appendice (Kim Il-Sung, Generalizzare la pratica dello sport al fine di preparare solidamente l’intera popolazione al lavoro per la difesa nazionale; Kim Jong-Il, Sui compiti da affrontare della squadra sportiva del “25 Aprile“; Kim Jong-Il, Sulla diffusione dell’allenamento fisico e dello sport e sullo sviluppo rapido delle abilità sportive; Kim Il-Sung, Per lo sviluppo dello sport nei paesi non allineati); Appendice statistico; Bibliografia

Bagozzi ci fa tuffare nella memoria di archivi inesplorati, offrendo una seria analisi di come lo sport, se ben coltivato e amministrato, dia soddisfazioni che cementificano il sentimento nazionale di uno Stato sia negli scenari sportivi del futuro, sia in quelli geopolitici. È da segnalare, inoltre, un volume dell’autore sullo sport della Mongolia, apparso pochi giorni dopo. (Giovanni Armillotta, Limes)

 

Vincere con Gengis Khan
Lo sport in Mongolia fra tradizione, cultura e politica

copertinamongolia6122 pag., 12 €

La storia, la cultura e la tradizione mongola si riflettono nello sport dell’immenso paese asiatico. Partendo dai primi insediamenti nomadi, passando per l’Impero di Gengis Khan, l’occupazione cinese, il governo lamaista, la Repubblica Popolare e l’odierna Repubblica Democratica è analizzato il ruolo dello sport, lo sviluppo e le sue connessioni con la geopolitica.

Sommario del libro: Nota introduttiva, di Aldo Colleoni; Gli sport della tradizione: il Naadam; Dalla Rivoluzione socialista ai tempi moderni; La Mongolia alle Olimpiadi; I mongoli che hanno conquistato il Giappone; Il judo, ponte tra tradizione e modernità; Lo sviluppo del calcio; La pallacanestro; Dalla Mongolia Interna: Mengke Bateer; Lo squalo Sharavjamts Tserenjankhar; Gli altri sport; Politica estera sportiva; Documenti allegati; Appendice statistica; Bibliografia e sitografia consultata

Per chi ama l’oscuro oriente una lettura molto particolare e istruttiva (tonyface)

Un libro singolare, coraggioso e interessante, che interseca la passione per lo sport alla storia della Mongolia (mongolia.it)

 

Due a Zero.
1986: lo Steaua Bucarest è campione d’Europa

10847939_10205421011794896_8651633671253494595_n

 

Urbone Editore, per acquisti: http://www.urbone.eu/obchod/due-a-zero-1985-lo-steaua-bucarest-e-campione-d-europa

 

Pag. 70; 7,50€

L’avevano definito il “nuovo Superman” poi è sparito. Helmuth Duckadam, quel 7 maggio del 1986 aveva conquistato il mondo. Un exploit casuale o un gran colpo di fortuna, secondo molti. Invece dietro a quella vittoria c’era una grande squadra e un progetto tecnico di primo livello. Nelle pagine di “Due a zero” leggerete le biografie di tutti i protagonisti e le cronache delle partite, gli aspetti politici e storici: in conclusione, la storia di un’impresa straordinaria.

Sommario del libro: Prefazione di Federico Buffa; Nasce la stella; Emeric, Ion e Valentin; I “militari”; L’esordio contro un ex pallone d’oro; Il “derby” di Jenei e Bölöni; L’epopea finlandese; La partita perfetta; Il Barcellona; I preparativi; La partita; Il sedicesimo uomo; Helmuth li para tutti; La versione di Helmuth; La delusione dell’Intercontinentale; Arriva il Re!; Provaci ancora, Miodrag!; La leggenda nera; 1985-1989: il dominio in Patria; Dopo l’86

 La vicenda di Helmut Duckadam, tra i protagonisti di questo volume che Marco Bagozzi – con la competenza già dimostrata nei libri sul calcio in Corea del Nord e sullo sport in Mongolia – ha dedicato agli eroi della Steaua Bucarest che nel 1986 riuscì a conquistare la Coppa dei Campioni, beffando in finale il Barcellona. (Massimo Grilli, Corriere dello Sport)

Sunt 70 de pagini despre parcursul Stelei în ediţia 1985-1986 din cea mai importantă competiţie europeană intercluburi, mici portrete ale fotbaliştilor şi antrenorilor, date despre istoria clubului şi implicarea familiei Ceauşescu în viaţa echipei Armatei (Libertatea.ro, Sportnews.ro)

Bagozzi è un profondo conoscitore della storia del calcio, ma soprattutto degli eventi storici ed in questo volume riesce ad intersecare perfettamente la storia della Steaua con le vicende politiche rumene. (l’altro calcio)

L’ “affaire” Hagi: Una doverosa correzione su Gheorghe Hagi (con traduzione in rumeno)

Intervista a TuttoCalcioEstero

12243248_10207949890375280_5472488682693440964_n

 

Tra calcio e soccer.
Il rapporto tra gli Stati Uniti e il gioco più popolare al mondo

di Giovanni Armillotta, Marco Bagozzi, Roberto Balio e Francesco Scabar

tra-calcio-e-soccer-il-rapporto-tra-gli-stati-uniti-e-il-gioco-più-popolare-del-mondo.jpg

pag. 58; 3,99€

Versione ebook: http://www.urbone.eu/obchod/tra-calcio-e-soccer-il-rapporto-tra-gli-stati-uniti-e-il-gioco-pi%C3%B9-popolare-del-mondo

Attraverso quattro capitoli, su storia, politica e cultura, il volume si addentra nel calcio americano, sfatando il mito secondo il quale agli americani non è mai interessato nulla dello sport più popolare del mondo. Una lettura anticonformista, che pone l’accento sull’utilizzo politico e sulle implicazioni geopolitiche dello sport, con particolare attenzione agli anni ’30 (Giovanni Armillotta), al ruolo di Henri Kissinger (Marco Bagozzi) e agli aspetti culturali dell’attuale evoluzione del calcio (Francesco Scabar), il tutto impreziosito dalla ricostruzione storica di Roberto Balio che fa da introduzione.

 

Storia del calcio cinese.
Dalle origini ai giorni nostri

di Marco Bagozzi e Andrea Bisceglia

19875132_101514183841831_4288413223727291940_n

pag. 144; 14,00€

La sfida cinese nel mondo del calcio è ambiziosa. Il cosiddetto “gioco del popolo” è infatti sempre stato un discorso molto elitario, dato che, ai massimi livelli, il suo grado di democratizzazione è bassissimo… Lo spazio per le outsider è minimo, per non dire inesistente. Anche la scalata ai vertici dell’economia del calcio ha prodotto vittime eccellenti in passato. Con la comprovata lungimiranza, la classe dirigente cinese ha tutte le carte in regola per raggiungere l’obiettivo di “scardinare” questo oliato sistema, ribaltandone le gerarchie di potere.

Sommario del libro: Il calcio sotto gli imperatori del Celeste Impero; Dall’Impero dei Qing alla guerriglia anti-giapponese: l’origine del calcio moderno tra occidentali, nazionalisti, comunisti e giapponesi (1879-1945); La Repubblica Popolare Cinese: la riorganizzazione calcistica durtante il Grande Balzo in avanti e la Rivoluzione Culturale (1945-1976); La ripartenza e l’apertura internazionale (1976-1992); La Cina potenza mondiale: l’epoca denghista e il professionismo (1992-2014); La nuova primavera del calcio cinese: la strategia e i sogni di Xi Jinping; Appendice

Modalità di pagamento:

– Bonifico Bancario: IBAN IT24B0307502200CC8500544540 intestato a Marco Bagozzi (codice BIC-SWIFT per le transazioni internazionali BGENIT2T)
– Transazione con paypal a [email protected]

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*